Terapia orticolturale

Pubblicato il 5 giugno, 2012

ortoterapia

I corsi di terapia orticolturale sono un percorso di conoscenza e pratica dell’orticoltura come strumento terapeutico per persone con problematiche fisiche o psico-fisiche e sono rivolti in primo luogo a utenti, operatori e volontari di comunità, strutture socio-sanitarie e di accoglienza.

L’attività orticolturale aiuta l’individuo a entrare in rapporto diretto con la natura e i suoi ritmi e concorre al recupero della coscienza di spazi e di tempi al di fuori delle problematiche legate al proprio malessere. L’esperienza stimola le persone a confrontarsi con una dimensione concreta di spazio e di tempo, attraverso l’osservazione e l’adattamento ai cambiamenti dell’ambiente nelle diverse stagioni.

Prendersi cura di una pianta, fin dalla sua semina, è un percorso che accompagna il soggetto ad aver cura anche di sé. Promuove la responsabilizzazione e conduce l’utente a organizzare la propria giornata tenendo conto delle necessità vitali delle piantine che accudisce. Tale percorso porta ad aprire lo sguardo oltre i motivi di sofferenza, stimola l’ascolto e la capacità d’osservazione e rende necessario confrontarsi con i propri errori. Una semina non riuscita in un primo momento ma poi riproposta e realizzata, può dare la spinta, ad esempio, a mettere alla prova i propri limiti e le proprie difficoltà. Dare vita al seme che inizialmente, piccolo e rigido, è qualcosa che appare morto, può risultare un’esperienza di speranza e di gratificazione per coloro che spesso provano un senso di inferiorità, inadeguatezza e rigidità nel proprio muoversi nel mondo.

Il corso comprende momenti di osservazione guidata e di contemplazione di ciò che ci circonda. In molti casi, le persone che iniziano un corso di terapia orticolturale sono chiuse nel proprio disagio e nella propria sofferenza, l’osservazione guidata di qualcosa al di fuori di sé può stimolare una maggiore sintonia e unità con il mondo vegetale, animale e minerale e aiutare, in questo modo, a recuperare la autostima e voglia di partecipazione.

I percorsi sono pensati a seconda delle esigenze del gruppo dei partecipanti. Gli obiettivi che essi si propongono di realizzare sono:

  • Facilitazione delle relazioni all’interno del gruppo di lavoro comune, attraverso la proposta di attività per lo svolgimento delle quali è necessaria cooperazione e lavoro di squadra. L’intento è di promuovere autostima, senso di appartenenza, voglia di partecipare e responsabilizzazione;
  • Svolgimento di un’attività fisica all’aria aperta, faticosa ma anche dedicata ad attività di cure minute. Tale esperienza apporta benefici sia nell’area motoria (coordinazione e dosaggio della     forza), sia in quella sensoriale, evitandone l’impoverimento, grazie a molteplici stimolazioni;
  • Sollecitazione di curiosità, immaginazione e di uno sguardo attento alla bellezze della vita nelle sue diverse forme. Questo atteggiamento aiuta le persone, spesso chiuse nei loro pensieri, a causa di una storia di disagio, a scoprire modalità nuove per guardare alla propria quotidianità;
  • Promozione di una partecipazione diffusa e inclusiva. Nel rispetto della diversità e delle specifiche esigenze, ci si propone di prestare attenzione alla composizione del gruppo dei corsisti con l’obiettivo di non ghettizzare le minoranze disabili.

Iscriviti alla nostra newsletter

Potrai ricevere informazioni sulle nostre iniziative, i corsi, i laboratori e le campagne che sosteniamo sul territorio.
Seguici per sostenerci. Grazie.

* indicates required


Dai il tuo 5×1000 a Il giardino degli Aromi

È il modo più semplice per sostenere i progetti della nostra Associazione
Codice Fiscale: 03936280969